Personaggi

Giovanni Poleni è stato un importante scienziato italiano nato a Venezia nel 1683.
Il padre Giacomo era stato nominato Marchese dall'imperatore Leopoldo I, per i suoi meriti militari.
Dopo gli studi di Filosofia e Teologia si dedicò alle materie a lui più congeniali, come l'architettura, la fisica, la matematica e l'astronomia.

poleni_dala_s

Nel 1709 pubblica Miscellanea, una raccolta di studi su svariati argomenti scientifici, tra cui i barometri, i termometri, e la descrizione di una "macchina aritmetica" di sua invenzione.
Si tratta della prima macchina calcolatrice inventata e realizzata in Italia. Poleni sapeva delle calcolatrici realizzate da Pascal e da Leibniz nel secolo precedente, ma non ne conosceva il funzionamento. Si dedicò quindi ad idearne e realizzarne una, che descrisse accuratamente nella sua prima opera.

macchina_poleni_leupold_s
La macchina aritmetica di Poleni in una incisione dell'epoca

La "macchina aritmetica" di Poleni si distingue infatti dalle precedenti per contenuti tecnici originali, come l'uso degli ingranaggi a numero variabile di denti.

Nel 1710 il Senato Veneziano lo nomina alla cattedra di Astronomia presso l'Università di Padova. La carriera accademica del Poleni continuerà con la cattedra di fisica (1715), e quella di matematica (1719) che prima di lui era stata di Bernulli.
Nel 1738 fu chiamato alla nascente cattedra di "fisica sperimentale", dove nel 1740 creò il Teatro di filosofia sperimentale, ovvero il primo laboratorio di fisica in una università italiana.
L'ultima cattedra ricoperta fu quella di Nautica e Costruzioni Navali dal 1755.

Stimato scienziato a livello internazionale, mantenne un fitto rapporto epistolare con il mondo scientifico dell'epoca e fu membro della Royal Society e dell'Accademia di Berlino.

I suoi numerosi studi affrontarono anche l'idraulica, la meteorologia e l'architettura.
Nel 1743 fu chiamato a Roma da papa Benedetto XIV per realizzare il restauro della cupola di San Pietro.

Alla sua morte, avvenuta a Padova nel 1761, il Senato Veneto lo commemora coniando una medaglia d'oro.

Fonti iconografiche

1 - Poleni in una incisione di Giuseppe Dala, da Panteon veneto o di alcuni Veneti illustri, Giuseppe Veronese, 1860
2 - La macchina aritmetica di Poleni, da Theatrum arithmetico geometricum, J. Leupold , 1727

La macchina aritmetica di Poleni [2]

I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Ok