RetroNews

RetroNews

Notizie, curiosità, eventi.....

FVB2018Il Museo del Calcolatore “Laura Tellini” di Prato è una interessante realtà che negli anni è costantemente cresciuta fino a diventare uno dei riferimenti principali a livello nazionale. Tra le attività svolte segnalo la pubblicazioni di brevi ma interessanti saggi tematici, realizzati da Riccardo Aliani, curatore del museo:

Divisumma 14 e Divisumma 24. Le due calcolatrici meccaniche che resero famosa Olivetti
La prima calcolatrice di successo dell'Olivetti (Divisumma 14) e quella che ne decretò il successo internazionale (Divisumma 24). Caratteristiche dei due modelli e cambiamenti nei modelli produttivi, apportati da Adriano Olivetti negli anni '50 e '60 per rendere la fabbrica a misura d'uomo e non l'uomo a misura della fabbrica.

IBM e l'olocausto. Commento all'omonimo libro di Edwin Black
Come ha fatto il reich di Adolf Hitler ad organizzare in maniera così minuziosa il progetto della "soluzione finale"? Il commento al libro del 2001 di Edwin Black cerca di chiarire qualche dubbio...

IBM Office System 6
Genesi e sviluppi del sistema di word processing Office System/6 dell'IBM, introdotto nel 1977.

I saggi sono liberamente scaricabili dalla pagina sui progetti editoriali del museo.

FVB2018E' stato inaugurato lo scorso 12 Settembre, in piazza della Costituzione a Pregnana Milanese, la "Mostra permanente della storia di un’azienda d’informatica". Attraverso pannelli informativi viene raccontata la storia della Olivetti LRE e delle discententi General Electric Information Systems, Honeywell Information Systems, Bull e Compuprint, che avevano sede in questa cittadina. Il progetto è stato ideato da Pozzo di Miele, associazione degli ex dipendenti di queste aziende.

Di notevole importanza simbolica, l'installazione in loco di una delle due insegne che sono state recuperate dalla facciata dallo stabilimento della LRE, rappresentante il logo dei laboratori. Quest'opera fu realizzata dal noto architetto Ettore Sottsass, che per Olivetti realizzò numerosi progetti di degign industriale, ed è ispirato alla forma della memoria a nuclei magnetici dell'Elea 9003, realizzta nei laboratori di Pregnana da Franco Filippazzi, presente all'inaugurazione.
La seconda insegna prelevata dallo stabilimento sarà installata a breve in piazza Olivetti a Milano.

Il filmato dell'inaugurazione è visionabile su YouTube.

FVB2018Un nuovo spazio culturale, al centro di Palermo, unisce un ristorante ed un museo dedicato alla storia della rivoluzione informatica.

Grazie all'iniziativa dell'architetto ed imprenditore Giuseppe Forello, il MEC (acronimo di “Meet – Eat – Connect”) ha apero i battenti nel centro di Palermo, nello storico palazzo Castrone Santa Ninfa.
Lo spazio espositivo è inaugurato dalla mostra Steve Jobs 1955-2011 - Why Join the Navy If You can Be a Pirate?, ideata dallo stesso Giuseppe Forello con Marco Boglione, patron della BasicNet. La mostra, curata da Cecilia Botta, propone un centinaio di pezzi provenienti dalla collezione personale di Forello, in un percoso alla scoperta dei prodotti della Apple e della figura di Steve Jobs.
Fiore all'occhiello dell'esposizione è un raro esemplare di Apple 1, il primo computer creato da Steve Wozniak e Steve Jobs nel 1976.
Vale senz'altro la pena un approfondimento sul sito del MEC, www.mecmuseum.it.

FVB2018Giunge all'undicesima edizione la manifestazione di retrocomputing Firenze Vintage Bit, che si svolgerà domenica 24 Novembre a Lastra a Signa, a pochi chilometri da Firenze.
L'edizione 2019, oltre alla consueta esposizione di retrocomputer e videogames da parte di numerosi espositori, saranno proposte numerose conferenze.
La mattina si celebrerà il cinquantesimo anniversario dell’allunaggio, grazie alla conferenza “50 anni di giochi lunari”, tenuta da Federico Gori, che racconterà l’evoluzione delle scorribande video ludiche sul nostro satellite naturale.
Nel primo pomeriggio Leonardo Miliani parlerà della costruzione del suo computer personale, ovvero un sistema ad 8 bit totalmente progettato da lui, chiamato LM80C (Leonardo Miliani 80 Color).
Seguirà la conferenza del professor Giovanni Cignoni dell'Università di Pisa, che racconterà la storia dei primi cinquanta anni del corso di laurea in Scienze dell'Informazione.
Sede della manifestazione sarà anche quest'anno l'antico "Spedale di Sant'Antonio" di Lastra a Signa (FI).
Per maggiori informazioni visitare il sito ufficiale della manifestazione. 

brusaretro 2018 Giunge alla XIII edizione la ormai classica manifestazione "Brusaporto retrocomputing" che raduna appassionati di vecchi computer e videogiochi da tutta Italia.
L'appuntamento è per Domenica 6 Ottobre 2019, presso il Centro Polivalente in via Roccolo, a Brusaporto (BG). L'entrata è libera.
Maggiori informazioni su www.brusaretro.it.

commodore wars 700x405Sono stati recentemente inseriti nel catalogo della piattaforma di video on demand Amazon Prime Video due ottimi film documentari della Junk Food Films di Tomaso Walliser e Bruno Grampa: The Commodore Wars. 8-Bit Generation e Easy to Learn, Hard to Master. The Fate of Atari.
Le opere raccontano la storia di due delle principali protagoniste della rivoluzione informatica e dei video game, la Commodore e la Atari, raccontate direttamente dai protagonisti di quell'era pioneristica: Jack Tramiel, Chuck Peddle, Al Charpentier, Steve Wozniak, Nolan Bushnell, Al Alcorn, Manny Gerard, Ray Kassar, e molti altri ancora.

binartWEBLa mostra “bin/art” ripercorre la storia dell’arte digitale, presentando i lavori di alcuni pionieri della “Computer Art” in una retrospettiva che parte dai primissimi esperimenti degli anni ’60, attraversa la rivoluzione dell’home computing degli anni ’80, per approdare (quasi) al nostro tempo.
Tutte le opere sono a disposizione dei visitatori funzionanti, su sistemi e supporti d’epoca oppure, nei pochi casi in cui questo non è stato possibile, in una loro reinterpretazione attualizzata.
A cura dei musei dei MIAI e MusIF
Opere esposte: Tape Mark I – Nanni Balestrini, 1961 / GE-115 Concerto – Pietro Grossi, 1967 / Schotter – Georg Nees, ca. 1968 /  10 PRINT – Anonimo, 1982 / Macintosh Icons – Susan Kare, 1983 / Giovanotti Mondani Meccanici – di Antonio Glessi e Andrea Zingoni, 1984 / 9 Fingers – Spaceballs, 1993 / Freak Show – The Residents e Jim Ludtke, 1994 / LSD – Dream Emulator – Osamu Sato, 1998 / (h)asciicam – Denis Jaromil Rojo, 2001.
Info: https://binart.eu

Homage to the IT RevolutionIl prossimo 19 giugno debutta, presso la Cupertino Historical Society & Museum (California, USA), l’approfondimento culturale “Homage to the Information Technology Revolution”, a cura del Temporary Museum Torino di BasicNet: storia di visionari e imprenditori che, tra il 1975 e il 1985, trasformarono una rivoluzione tecnologico-digitale nella più grande rivoluzione culturale di tutti i tempi. Star dell’esposizione: l’Apple I completo di kit originale, creato da Steve Jobs e Steve Wozniak nel 1976 e acquistato dal presidente di BasicNet Marco Boglione a un’asta da Christie’s nel 2010. L’approfondimento culturale è curato da Cecilia Botta per BasicGallery, archivio storico del Gruppo BasicNet.

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.

Ok